CLICCA QUI per richiedere una chiamata strategica gratuita

Stai dormendo abbastanza?

Cadere addormentati sul piatto durante la cena è un segnale fin troppo evidente di un debito di sonno. Ma a quante persone capita questo? Molto poche direi!

La verità è che i segnali di carenza di sonno sono molto più sottili. Forse ti può sembrare normale avere sonno durante una riunione noiosa, o avere un crollo pomeridiano, o sonnecchiare dopo cena, ma in realtà ciò è normale solo se sei in debito di sonno.

E se per abitudine dormi un numero insufficiente di ore rispetto al tuo bisogno di sonno, potresti non ricordare nemmeno più come ci si sente ad essere veramente riposati, pienamente vigili e carichi di energia.

La scienza del sonno ci fornisce alcune raccomandazioni sulla durata del sonno, ma ciò che conta è innanzitutto riconoscere i segnali che ci arrivano direttamente dal nostro corpo.

Ecco alcuni segnali indicativi che potresti essere in debito di sonno

  • Quando suona la sveglia sei ancora in pieno sonno
  • Usi spesso il tasto snooze
  • Fai fatica ad alzarti dal letto al mattino
  • Ti senti pigro nel pomeriggio
  • Tendi ad addormentarti quando sei in riunione
  • Senti sonnolenza dopo i pasti o mentre sei alla guida
  • Senti il bisogno di cibi zuccherini per avere una carica di energia immediata
  • Hai bisogno di riposare per arrivare al termine della giornata
  • La sera ti addormenti davanti alla TV o mentre ti rilassi
  • Senti la necessità di dormire più a lungo nei fine settimana
  • Crolli appena ti metti a letto

Anche se le conseguenze di una parziale privazione del sonno non sembrano essere un grave problema, in realtà gli effetti negativi vanno ben oltre la sola sonnolenza diurna. La privazione del sonno può dare le stesse sensazioni che si provano in uno stato di ebbrezza.

Gli effetti includono:

  • Stanchezza, letargia e mancanza di motivazione
  • Sbalzi di umore, irritabilità, e aumento del rischio di depressione
  • Diminuzione del desiderio sessuale e difficoltà relazionali
  • Deficit dell’attività cerebrale, dell’apprendimento, della concentrazione e problemi di memoria
  • Riduzione della creatività e delle capacità di problem solving e difficoltà nel prendere decisioni
  • Incapacità di affrontare lo stress e difficoltà nel gestire le emozioni
  • Invecchiamento precoce della pelle
  • Indebolimento del sistema immunitario, maggiore frequenza di raffreddori e infezioni, aumento di peso
  • Limitazione delle abilità motorie e aumento del rischio di incidenti
  • Aumento del rischio di gravi problemi di salute tra cui ictus, diabete, ipertensione, malattie cardiache, morbo di Alzheimer e alcune forme di cancro.

L'importanza del sonno profondo e del sonno REM

Per alzarsi al mattino riposati non solo è importante dormire un numero sufficiente di ore, ma conta anche la qualità di quelle ore. Se dormi a lungo, ma hai ancora problemi a svegliarti al mattino o a stare sveglio durante il giorno, potresti avere una architettura del sonno non ottimale.

Ogni fase del sonno offre diversi vantaggi. Le più importanti sono il sonno profondo, che è il momento in cui il corpo ripara se stesso e accumula energia per il giorno seguente, e il sonno REM, che agisce principalmente sui processi mentali e sull'equilibrio emotivo.

Per assicurarti una buona qualità del sonno profondo evita il più possibile l'alcol, il caffè e il fumo in orario serale e dormi in un ambiente buio e silenzioso. E per avere una migliore qualità della fase REM, che prevale nell'ultima parte del sonno, migliora la qualità generale del tuo sonno e allunga la durata.

Diego Sommavilla

(Fonte: Helpguide)

Close

Se desideri rimanere in contatto con noi inserisci i tuoi riferimenti e sarai sempre aggiornato sulle nostre novità!

50% Completato